HomeTerapia ManualeItems filtered by date: July 2014

  • più letti
  • Ultimi Post
22 Jul

Apprezziamo i progressi della medicina

Tuesday, 22 July 2014 20:13 Published in Blog

La profonda ignoranza in campo medico è qualcosa che risuona nel mio io più profondo. Cerco di essere tollerante con tutti e provo a spiegare con pazienza che la maggior parte delle cose diffuse sul web sono bufale, ma spesso incontro muri di gomma, gente che risponde:"ma io ho studiato " e se poi vai a indagare, scopri che il loro concetto di studio è quanto di più lontano da quello che dovrebbe essere per avere una formazione un minimo seria, e che, per la maggior parte, si basa sul sentito dire o su letture online. Forse non ci si rende conto di quanto sia complesso il meccanismo della conoscenza, soprattutto in ambito medico, nel quale interpretare uno studio vuol dire fare la differenza tra comprenderne il vero significato e travisarlo completamente(ad esempio scoprire che una sostanza uccida delle cellule tumorali in vitro, non vuol dire che poi lo faccia se iniettata nel torrente ematico, magari perchè si disattiva, oppure perchè gli effetti tossici sono troppo alti rispetto ai benefici). Per dimostrare qualcosa ci vogliono più studi indipendenti e ripetuti. E siamo ancora nel campo della normalità. Poi arriviamo a quegli aborti pseudoscientifici come le staminali di Vannoni, gli antivaccinisti, la cura del tumore con l'alimentazione vegetariana, gesù che fà i miracoli e grande puffo che scappa da gargamella. E' stato l'avvento del www a disorientarci tutti. Eravamo tutti presi ad accedere a questa conoscenza così facilmente fruibile che nessuno si è preoccupato di verificare le fonti. Ognuno può aprire un blog e scrivere quello che vuole (me compreso) e questa democrazia rende confusa l'origine del sapere, che andrebbe invece sempre verificata sui libri o da dei SERI professionisti del settore. Troppo spesso sento dire:" ma i nostri nonni guarivano grazie a rimedi naturali e non hanno mai avuto bisogno di medicine, quelle ti intossicano e basta". Ragazzi, i nostri nonni CREPAVANO e molto spesso non si sapeva neanche il perchè. Si moriva spesso di tifo o di polmonite, di tumore o di infarto ma non si sapeva, non si conosceva abbastanza per saperlo, e la morte faceva così strettamente parte della vita, che non ci si dava troppo peso e si tirava avanti. Quindi, la prossima volta che pensate alle cure naturali, riflettete. Con grande fiducia. Pietro Bennardo.

10 Jul

La selezione del paziente

Thursday, 10 July 2014 17:25 Published in Blog

Due giorni fa arriva una paziente al mio consulto. Avrà avuto una sessantina d'anni, ancora in ottima forma ma con le ginocchia molto dolenti, dei dolori diffusi e un senso di stanchezza che non mi convinceva molto. L'avevano mandata da me perchè altri pazienti avevano trovato beneficio dai miei trattamenti e lei era estremamente fiduciosa nel potere del mio intervento manuale. La visito, le articolazioni delle ginocchia erano calde e dolenti e anche le caviglie e le mani se palpate accuratamente erano compromesse. Le misuro la temperatura: 37,2° C . La informo che, purtroppo, non potevo aiutarla, e le consiglio una visita reumatologica. All'inizio ho visto smarrimento nei suoi occhi, ma piano piano, parlandole con chiarezza, ha capito quanto fosse prezioso il consiglio che le stavo dando. Dovrebbe essere così, un po' in tutto. Saper selezionare i propri campi di competenza è fondamentale per un buon successo.

About Me

fisioterapista (sui generis)

  • Mi chiamo Pietro Bennardo, sono nato nel 1978 a Roma. Maturità scientifica nel 1997. Nel 2000 mi sono diplomato in fisioterapia col massimo dei voti. Mi sono specializzato in shiatsu (metodo namikoshi) diplomandomi nel 2002 col dott. Palombini. Poi ho intrapreso il percorso formativo in osteopatia diplomandomi nel 2008. Da anni esercito la professione di fisioterapista con contaminazioni osteopatiche, per…

Il Mio Blog

Pensieri e Parole

Newsletter

Iscriviti alla mia newsletter per rimanere sempre informato sul mondo della fisioterapia e osteopatia

Follow me

Segui il mio blog